Risanamento dei muri dall'umidità

Risanamento dei muri dall’umidità e dai sali

Per effettuare il risanamento dei muri in seguito al loro deterioramento causato dall’umidità da risalita, a volte non è sufficiente deumidificare. Spesso infatti l’umidità da risalita può causare ai muri danni molto ingenti, a causa dei sali solubili trasportati che si depositano nei muri e negli intonaci tanto da rendere necessario l’utilizzo di soluzioni in grado di rimuoverli.

Per il risanamento dei muri sono necessari interventi strutturali

Rimuovere semplicemente l’acqua formatasi all’interno dei muri non è infatti sufficiente. Dunque, in presenza di strutture deteriorate e visibilmente danneggiate, è sempre bene procedere a un’analisi più accurata del problema, con conseguente presa in esame di interventi più strutturali. Una volta infatti che l’acqua presente è stata completamente asciugata o ha subito un processo di evaporazione, i sali che si sono formati in quelle condizioni, principalmente cloruri, solfati e nitrati, possono formare cristalli con importanti aumenti di volume a tal punto da procurare danni visibili, come per esempio la rottura degli intonaci.

La soluzione per il risanamento dei muri

L’intervento si rende ancor più importante se i muri e gli intonaci deteriorati sono di pregevole valore storico o contengono affreschi e decorazioni artistiche importanti e irripetibili.
Senza alcun intervento questi sono destinati a continuare a marcire per l’ingente accumulo di cristalli salini. Cocoon è una pasta, progettata per il restauro, in grado di riportare il supporto edilizio su cui viene applicata “pulito” da qualsiasi efflorescenza e contaminazione salina e mantenerlo tale per parecchi anni, prima che si accumulino tanti nuovi cristalli di sali dannosi, cioè gli stessi trascorsi da quando il muro era nuovo.
Cocoon è indicato per:
– il restauro e la conservazione professionale di “pellicole pregiate decorate”,
– il risanamento architettonico su di superfici estese esposte all’aperto,
– la bonifica di muri inquinati (in accordo con le Agenzie per l’Ambiente responsabili).

cocoon tecnova

Come agisce Cocoon

Il sistema Cocoon agisce per evaporazione e l’eliminazione dei sali avviene in quattro fasi:
1 – l’acqua di Cocoon entra nel substrato e scioglie i vecchi cristalli di sali presenti in esso (le sub-efflorescenze dannose);
2 – l’acqua di Cocoon comincia ad evaporare dalla sua superficie;
3 – non appena Cocoon diventa minimamente più asciutto del muro, attira la soluzione salina dall’interno del muro entro il suo corpo grazie al differenziale di capillarità,
4 – l’evaporazione prosegue e i cristalli di sali che si formano si depositano entro Cocoon.
Le fasi 2, 3 e 4 si ripetono finché è disponibile soluzione salina dal muro.